Skip to content

Rassegna stampa 26 settembre 2020

STAGIONE 1 - EPISODIO 2

Questa settimana in prima pagina ci è finito il calciatore Luis Suarez che ha superato un esame di italiano anche se non spiccica una parola nella nostra lingua. E mentre in Spagna nascono iniziative per mandare i cittadini a letto prima, a Bologna alcune scuole s’inventano come riciclare i banchi rottamati dalla pandemia

  1. Un calcio all’italiano - Luis Suarez, famoso attaccante del Barcellona, ha fatto un esame di italiano per ottenere la cittadinanza e lo ha superato, anche se nella nostra lingua non spiccica una parola

    Gli insegnanti intercettati: «Non spiccica ‘na parola, parla solo all’infinito ma non si può bocciare», Corriere della sera, 23/9/2020

    Se la cittadinanza è un gioco da ricchi, Karima Moual, 23/9/2020

  2. Tutti a nanna - La tv pubblica spagnola ha anticipato l’orario di inizio del programmi della sera. L’obiettivo? Che i cittadini vadano a letto prima

    “Dormite troppo poco” La tv spagnola manda tutti a letto in anticipo, La Stampa, 22/9/2020

  3. Vecchio banco, addio - Il nuovo anno scolastico è ripartito nel rispetto delle regole anti-Covid. A farne le spese anche migliaia di vecchi banchi che vanno smaltiti. Come?

    La seconda vita dei banchi scolastici tra discariche, sprechi e riuso, Repubblica Bologna, 22/9/2020

  4. Capolavori a scuola - Il Fondo ambiente italiano (Fai) domani apre una collezione con un centinaio di opere di artisti famosi portate in scuola di Agrate Brianza negli anni Cinquanta da una bella intuizione del maestro Enzo Bontempi

    Quasimodo, il mio amico di penna, Popotus (Avvenire), 24/9/2020

Ascolta su Apple Podcasts

Ascolta su Spotify